Back home

Eccomi son tornato, mi han fatto sprecare un giorno per nulla ma ora son a casa. Sono “pallonato”, sopportato benissimo la doppia gastroscopia, ottima reazione al pallone a differenza di altri “compagni di avventura” in questi giorni non ho avuto un solo conato di vomito o una sola nausea, già mercoledì infatti hanno iniziato ad alimentarmi e  ad eliminare il buscopan non avnedo io alcun dolore, se non leggeri campri appena maangiato o bevuto.

Tutto ok quinid, compagni di stanza simpatici che hnaa aiutato a passare le ore delle noiose giornate di ospedale, ma, ovviamente c’è un ma… questa è la settimana con depressione extra.. vabbè!

Domani ancora semivacanza, son tornato svogliato e annoiato… da lunedì si ricomincia!

PS: La bilancia ospedalieri oggi in uscita dava un calo di 5kg per questi 4 gg… verò che “mangiando” solo liquidi via endovena e una cucchiata di purè o di pastina asciutta dura metter peso… ma mi suona strano lo stesso… vedarem!

Ci siamo…

Domani è il giorno, mi mettono il palloncino gastrico, mi aspetta una gastroscopia, breve per fortuna, che la mia gola sensibile accetterà con odio facendomi sudare freddo per 15 minuti almeno… e qualche giorno di nausee e vomiti che nessuna gestante ha mia provato nemmeno avendo 7 gemelli in pancia :)

O forse no… la reazione è molto soggettiva non avendo esperienze pregresse non so come reagirà il mio stomaco, tanto so che la reazione è sopratutto fisica nel mio caso, come sempre, sia siano dentisti, gastroscopisti o altri medici li affronto con una perfetta serenità psicologica che mi paicerebbe aver avuto ed avere in tante altre situazioni della mia vita.

Vediamo poi che accadrà dopo… ea livello psicologico, la dieta associata è la cosa peggiore per la mia testolina sfasata… ma ora la motivazione c’è, anche perché oramai il mio fisico è al limite di utilizzo… raggiungendo i suoi limiti rapidamente, come ho sperimentato sabato scorso al wordcamp dove tensione, mancanza di liquidi, chiacchere e stare in paiedi alcune ore di fila han fatto si che a metà giornata avessi un semitracollo, superato grazie a due litri d’acqua, 1/2 litro di gatorade e il passaggio alla posizione seduta ogni volta che era possibile avendo di fronte ancora molte ore fra camp aperitivo, cena etc… tanto ora ho 3 4 gg di riposo ospedaliero… e stacco da computer (fortuna non ho un portatile)

Al mio ritorno impressioni e racconto dell’inizio di questa piccola avventura. See ya around!

Esami, esami, esami…

Eccomi reduce dalla tre giorni scintigrafica alle surreni… due palle!! Ovviamente non mi capita mai che un esame che vada oltre un prelievo di sangue, sia semplice lineare o nella norma. Come al solito con le macchine mediche il problema è la ciccia, o non ci passo, o non riescono a “vedere” o come in questo caso l’apposito lettino non regge il peso, quindi la soluzione è, la facciamo seduto su uno sgabello, quegli sgabelli ospedalieri rotondi con il vitone per l’altezza tutti in scivolosissimo metallo. Continua a leggere Esami, esami, esami…

Odissea ospedaliera

Rieccomi qua a scrivere della mia operazione per la ciccia… o meglio della mia NON operazione :(

Ebbene si, dopo aver iniziato la trafila per questa cosa nell’aprile dello scorso anno sono ancora in alto mare. Il mese scorso son stato ricoverato per operarmi ma allora “notarono” che avevo la Catecolamine alte e la pressione arteriosa alta poteva esserne un sintomo, ora questa cosa era stata individuata nel 2005 dai medici del San Martino di Genova del reparto per l’ipertensione ma siccome altre cose erano a posto non le considerarono la causa e quindi proseguirono oltre e non mi indirizzarono mai da un endocrinologo. Continua a leggere Odissea ospedaliera