Resistenza alla fame

Ora io forse sarò pignolo ma…

Han deciso di dare un aumento alle pensioni minime, mi pare giusto anche se continuo da sempre a non capire perché l’INPS debba erogare anche le pensioni sociali creando un calderone unico quando quel tipo di pensione è una assistenza dello stato e dovrebbe essere separata dal resto.. ma vabbè.

Tralascio il fatto che si parla nel migliore di casi di 30 euro, suppongo lorde, visto che non lo hanno specificato, quindi siamo a meno di un cappuccino al giorno, che tanto fu bandiera quando il B abbasso alcune aliquote e aumento lil livello di non tassazione e sul quale si fece molta ironia. Qua i fortunati pensionati il cappuccino dal lun al ven lo avranno assicurato per il weekend insomma dovranno arrangiarsi cos’ come per la brioche di accompagnamento.. ma ripeto non è questo il punto.

Leggo che sarà solo per chi non ha altri redditi, o certe soglie di reddito, non so, e diciamo che questa cosa è corretta, uno può aver diritto ad una pensione minima ma avere altri redditi magari pure sostanziosi.

Inoltre vi sono altri limiti come ad esempio che l’aumento sarà differenziato in base agli anni di contribuzione ma soprattutto che vale solo per chi ha più di 65 anni, questa cosa è passata in sordina il giorno dell’annuncio ho guardato apposta almeno 4 TG (per verificare la cosa) in quasi tutti i cartelli esplicativi indicavano questa condizione ma nel commento del giornalista NESSUNO ha mensionato la cosa.

Al che io mi son fatto una domanda, se i titolari di pensioni minime hanno seri problemi di sopravvivenza, se fan fatica ad arrivare a fine mese, se sono obbligati ad acuisti fatti col bilancino e spesso a quasi patir la fame, questo vale per tutti no? Oppure chi ha meno di 65 anni sopporta meglio la fame?

Questa è davvero la cosa più assurda e ridicola di tutta la cosa, già differenziare per anni contributivi non ha senso se uno fatica con 500 euro di pensionee lo fa sia che abbia contributi per 20, 30 o 40 anni, ed allo stesso modo li ha che abbia 58 anni o 70.

Insomma ancora una volta una ridicolaggine tutta italiana in cui si fa la figura di fare facendo la figura dei fessi.

Un commento su “Resistenza alla fame”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *