5 euro

Cinque euro in moneta, un po di vestiti (molti inutili: giacche, camicie, cravatte), un vecchio computer.. ecco dove può arrivare un uomo a 43 anni. Bel risultato!

Due anni, centinaia di curriculum spediti, 2 colloqui, centinaia di silenzi. Tocchi il fondo quando, all’ennesima agenzia ti mostri disperato e dici sei disponibile per un lavoro qualsiasi. Ti chiedono: ha mai fatto il manovale? Tu che hai fatto sempre e solo l’informatico dici no, ma… E no, è che volevano una certa esperienza!

Cinque euro, forse sono esattamente quanto vale la tua vita ad oggi… sei fallito, non lo dici solo tu ma lo ha detto anche un giudice, è nero su bianco, da un anno, ma oggi pesa.. e molto…

Unica fortuna in questa rovina non ci hai trascinato una famiglia, dei figli… la sola nota positiva del tutto.

2 commenti su “5 euro”

  1. ho visto una vignetta simpatica su una settimana enigmistica di poche settimane fa. raccontata non è la stessa cosa ma ci provo.

    una signorina che sta evidentemente sostenendo un colloquio di lavoro con un potenziale principale e gli dice: “se io sono sovraqualificata perché la vostra azienda non alza i suoi standard?”.

    non l’avrei detto ma la settimana enigmistica a volte ne pubblica veramente di buone.

  2. Ci sono passato prima di te… Guardati allo specchio non sei un fallito. La tua dignità non te la può rubare nessuno tranne te stesso. La vita si combatte ogni giorno ed è degna di essere visstuta. Sempre.
    Un abbracico,
    Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *