Cadere..

precipitare, volteggiare nel vuoto, discendere all’inferno, inciampare, schiantarsi… potessi farlo fisicamente e non solo psicologicamente… oggi sarebbe la giornata perfetta…

6 commenti su “Cadere..”

  1. Il commento precedente è stato scritto dalla mia collega che mi ha visto navigare il sito ed è rimasta impressionata dal tuo post “cadere”.
    E’ una tipa in gamba la mia Trabby (come chiamo affettuosamente la mia omonima) ed affronta la vita a muso duro anche più di me.
    Schiantarsi non è una bella cosa da pensare … mettiamola sul ridere e mandiamo via un po’ di tristezza :)
    Se uno si schianta, si spappola.
    E se si spappola, poi qualcuno necessariamente ti deve raccattare, magari usando pentolone e mestolo per raccogliere il tutto. Non è una bella cosa davvero … e poi cosa ci facciamo lo spezzatino?
    Dunque di primo abbiamo minestrone rancido, di secondo lo spezzatino con le patate, mi sa che dovrò provvedere al dolce! :)
    Baci – Barbara

  2. siamo le due barbare…..
    smettila se no ci suicidiamo tutte e 3 insieme…tanto ti assicuro ne abbiamo i presupposti
    ***la sofferenza di ieri è la forza di oggi****
    passa..tutto passa…
    barbara 1 e 2

  3. ci metterei la sigla di ” Alfred HItchcock presenta” : badadabin dabon dabadabadin badon.. badi badon badiiii badi badon..
    la tua ombra che avanza di profilo.. un coltello nella tua mano.. ok ..ok ..
    una forchetta nell’altra e un piatto di tagliatelle al triplo burro con castature di carciofo e chiodini in mezzo..
    cosi’..per affogare nella bulimia la tristezza.. a me non fa paura cadere, e’ il rimbalzo che mi rompe i coglioni.. .

  4. Ti capisco: sarebbe un dolore giusto, accettabile, degno del nome… Sarebbe almeno qualcosa di concreto. Magari prevedibile. Rispetto a tutto il resto, comunque, un sollievo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *