Santo Santorum

Ieri sera non c’era proprio un tubo in TV (oddio oramai è la norma) e saltabeccando fra le Iene e la loro pubblicità mi ritrovo su RockPolitik a sentire il buon Santoro. Il quale ha pensato bene che siccome standosene a Bruxelles si rischiava di venir dimenticati nell’oblio è meglio dire al mezzo milione che l’han votato che lui ha solo scherzato e che torna qui perché vuole il suo microfono, dove potersi esprimere liberamente perché altrimenti come tutti vedono non c’è libertà.

Il tutto detto davanti ad un pubblico che oggi i media indicano in 11 milioni di persone. Beh si ammettiamolo son pochini per dire che c’è libertà no?

Ora farà un po’ di guazzabuglio perché lui si è dimesso e quelli della Rai aspettano che le dimissioni siano ufficialmente accettate dal Parlamento Europeo, così potrà gridare allo scandalo e che ancora una volta non lo c’è la libertà etc etc… ma così almeno sarà contento.

Pero io un paio di domande me le faccio. Santoro dice che lui vuole “il suo microfono”, ciò significa che quando terminerà il suo contratto con la Rai, perché l’avrà pure una fine sto contratto o no, si sarà obbligati a rinnovarglielo? Se no non c’è libertà e democrazia? Giusto per chiedere… perché se è così c’è qualche milionata di lavoratori precari, consulenti full time etc etc che avrebbero il diritto di chiedere lo stesso ai loro clienti, almeno loro lo farebbero per la libertà di poter andare a fare la spesa tutte le settimane!

2 commenti su “Santo Santorum”

  1. Il problema a mio avviso non è quale microfono voglia e quando scadrà il suo contratto. Il problema è che Santoro è considerato un personaggio scomodo che “fa un uso criminoso della tv”.. e la domanda che mi balza in testa è: se Santoro fa un uso “criminoso” del suo lavoro..Berlusconi che fa?..Ultimamente soltanto la vittima! E i suoi alleati, fiutato il disastro imminente, se la stanno dando a gambe levate. Non sono il tipo che difende sempre e comunque la sua parte politica, ma vi assicuro che in questi 5 anni di governo, siamo stati raggirati, presi per il c..o, derubati! E per cosa? Solo per permettere a Silvio di evitare la galera, i processi, le tasse sulle successioni (perche oh deve morire anche lui..), la possibilità di far rientrare i suoi capitali esteri (illeciti!), salvare gli amici e ricorprirci di m…a in Europa e nel mondo. E non lo dico io: lo dice tutta la stampa estera! Il problema non è Santoro ma quello che lui, come Biagi, come Luttazzi, come Grillo, come la Guzzanti, rappresentano per chi sta al governo adesso: un grosso sasso nelle scarpe di chi deve fare i propri interessi evitando che se ne parli troppo. Sta di fatto che la nostra stampa non è libera di dire ciò che pensa; i tg sono manipolati e le notizie importanti relegate dopo le love-story dell’ISOLADEIBAVOSI quando l’audiens e l’attenzione degli spettatori è gia calata; addirittura nei giornali i redattori vietano (per ordini superiori, e ci sono i documenti video!) di poter utilizzare parole che potrebbero essere contro il governo o in qualche modo porlo in cattiva luce! E’ questa l’informazione? E’ questo lo Stato? E’ questa la dignità di chi ci governa? Mi rifiuto di accettare supinamente tutto questo! Quindi ben vengano 100 Santoro, 100 Biagi, 100 Grillo..e chiunque abbia qualcosa da dire per aprire gli occhi alla gente! Svegliamoci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *