I giochi di una volta

TVCream pubblica una classifica dei migliori 100 giochi dagli anni 70 ad oggi, alcuni giochi credo non siano mai arrivati in italia, altri sono troppo recenti perchè il sottoscritto ci possa aver giocato :)

Certo è che scorrendo la classifica si scoprono giochi che molti di noi 40enni hanno avuto e con cui hanno giocato e che rivedendoli ci ricordano momenti spensierati, nella classifica trovo:

93° – Cubo di Rubick – quante ore pperse provando a risolverlo… senza riuscirci.
90° – Mastermind – mi ricorda le sfide con mio cugino, ore ed ore…
79° – ViewMaster – della cui utilità e piacevolezza non posso dire nulla… ma l’ho avuto e accantonato subito
71° – Connect4 – da noi conosciuto come Forza4, però se ne giocava uan variante più caserecce anche su foglia quadretti.. a scuola ovviamente :)
64° – Vertibird – un elicottero che girava in tondo, troppo bello, ore a giocarci usando costruzioni in Lego e soldatini per aterraggi impossibili, salvataggi etc :)
51° – Macchina radiocontrollata – avrei scommesso che avrebbe avuto un posto in classifica più alto
47° – L’allegro chirurgo – un classico, lo ricevevi a natale ci giocavi 10 gg. e poi lo dimenticavi per la vita!
41* – Simon – come sopra… dopo un po’ diventava noioso…
12° – Subbuteo – Grandissimo, ore ed ore, ci giocavi da solo in compagnia, ti facevi le telecronache… grande!
02° – Computer – In foto uno ZX81, ma io inizia con lo ZX80… e poi da li mi rovinai :)
01° – Bicicletta – Eccola lì proprio lei, quella in foto, la bici da cross anni luce prima delle MBK e MB varie

Che dire manca il Lego, la mia passione dai 5 anni in su, poi il BigGim sostituito dal più recente ActionMan, un sito da visitare e su perdersi un po’ nei ricordi…

[via Slashdot]

2 commenti su “I giochi di una volta”

  1. 90 – Mastermind – bellissimo gioco!
    …mai affrontato nella versione “plasticosa”.

    ho imparato il gioco molti anni prima, credo nel 1966, a milano, da un
    ragazzo di vicenza, compagno di studi all’uni.
    il gioco, da fare in due, si chiama “numerino”.
    attrezzatura: carta e penna.
    scopo del gioco: decifrare la “combinazione” dell’avversario.
    a turno uno dei giocatori propone una serie di quattro cifre (da 0 a 9) e
    l’avversario risponde con una serie di “0” o “X” a seconda della presenza o
    meno delle cifre proposte e della posizione delle stesse.
    ad esempio una risposta “0XX” significa: 3 cifre presenti di cui 1 nella
    giusta posizione. non e’ obbligatorio rispettare la sequenza, anzi!
    e’ utile ricevere una risposta “nulla” che permette di scartare 4 cifre che
    si possono usare come “riempitivi” nei successivi passaggi restingendo
    cosi’ la ricerca.
    la risposta fornita al vincente e’ ovviamente “0000”.

    ho giocato tanto a numerino, poi “esportato” anche tra amici e parenti,
    sono sicuro che ancora oggi mia sorella e mia moglie sarebbero pronte ad
    una partita.
    …si potrebbe giocare anche in rete (magari in IRC)!

    agli inizi degli anni ’80, dopo un periodo dedicato alle texas
    programmabili, sono stato “travolto” dalla passione per il computer; il
    primo e’ stato un glorioso trs-80, non molto diffuso (scambiavo listati e
    cassette con 4/5 amici, uno dei quali in inghilterra). ho imparato il basic
    ed i rudimenti dell’assembler z-80.

    dopo un po’ ho meccanizzato “numerino” per giocare “contro” il trs-80 che
    generava una sua sequenza e rispondeva con i soliti “0 ed X” (una semplice
    gestione di variabili-stringa) ma tutto finiva qui perche’ non ero in grado
    di “far giocare” attivamente il trs-80. a fine partita facevo lampeggiare
    il risultato se il numero dei tentativi era inferiore ad un limite fissato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *