Ne ho pieni i palloni

Basta, basta, basta… delle beghe calcistiche, delle affrante masse di tifosi juventini, laziali, milanisti e fiorentini disperati come se gli fosse morta la mamma, dell’angoscia di vedere i campioni del mondo giocare in serie B, del timore di campionati slittati, ricorsi ad oltranza se si potesse pure all’ONU, ne ho piene le palle.

I giocatori campioni del mondo se ne andranno in altri lidi, se vorranno rimanere, bene giocheranno in B, non li costringiamo mica ad andare a scavare sale nelle miniere a cielo aperto africane, il popolo dei tifosi si guardi allo specchio e si ricordi che se davvero per milioni di persone la cosa più importante è dove militerà la propria squadra l’anno prossimo, allora davvero l’Italia è alla frutta e si meritano qualsiasi cosa gli capiterà fra capo e collo, si meritano il lavoro precario, le tariffe esose, la sanità a due velocità fra nord e sud e tutto quello che gli capiterà e che gli è capitato negli ultimi 30 anni.

Chissenefrega di un branco di imbecilli che ai tempi sottoscrisse le azioni delle società di calcio quotate in borsa, quotarle fu una fesseria, quotare aziende che sono in perdita perenne è ridicolo, vedere le quotazioni variare a seconda che tizio o caio prenda una traversa o la butti dentro è allucinante, se tutti han perso almeno il 50% del valore iniziale chissenefrega, falliscano chiudano e a quegli azionisti fessi, diamo un bel calcio nei denti se solo osano lamentarsi della perdita, se uno è coglione, merita ciò che gli accade.

Insomma se non si è capito.. ne ho piene le palle ed i palloni di ste scenate da paese da quinto mondo, perchè definirlo di terzo o quarto sarebbe un insulto per quei paesi che sono in quelle classifiche per motivi ben più seri.

6 commenti su “Ne ho pieni i palloni”

  1. a dirti il vero, io sento una specie di obbligo nei confronti dei miei lettori, insomma… penso e spero che si aspettino qualcosa da me tutti i giorni o quasi. Diciamo che sento un obbligo verso il piacere degli altri, in sintesi. Mi aspetto lo stesso dagli altri blog che frequento, insomma: non lasciatemi a digiuno. Il problema che non si puo’ pretendere e’ insolubile, se uno non vuol scrivere, mi tocca portar pazienza, pero’.. che peccato.

  2. Vero, la mia è una pausa lunga ma è già successo, sul mondo del blog in generale non direi almeno nei blog che seguo anche quelli personali si continua a scrivere. Vero è che chi va in ferie spesso si prende una pausa, credo anche giustamente, il blog deve essere un piacere, se diventa un obbligo perché tenerlo?

  3. oh stefano… anche qua’ .. voglia di scrivere saltami addosso…
    c’e’ un calo verticale generalizzato della scrittura ( e non parlarmi di ferie, i fulminati che hanno un blog non vanno mai in ferie e se ci vanno e’ perche’ hanno un portatile con la connessione a internet). Vuoi vedere che il mondo dei blog, o almeno certi blogger sono al capolinea? cosa ne pensi ?

  4. anche le gare di nuoto sincronizzato sono state tenute in questi giorni, eppure nessuno si affligge per il brutto posizionamento dell’Italia… è proprio vero quello che dicevano di noi in Germania “Italiani, pizza e spaghetti” :)

  5. chissa’ quanti ieri hanno assistito a italia francia di pallavolo….
    e non si sono nemmeno dati una che sia una testata. (cmq abbiamo perso 3 a 1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *