A fondo

Ok sono arrivato al fondo, bloccato, chiuso, incastrato.. senza più prospettive. Vorrei fuggire, ma non saprei dove andare e soprattutto non posso fuggire, a meno che fuggire significhi aggregarsi alle tante anime perdute che girano per stazioni etc.

Ho investito tre anni nel nulla, nel frattempo la mia vita è andata a rotoli, in due anni non son riuscito a trovare nemmeno uno straccio di lavoro da disperato… pare che manco per quelli vada bene. A 43 anni si è fuori.

Sono stanco… molto stanco… stanco di sbagliare, stanco di subire, stanco di dover ingoiare merda da 25 anni, qualche volta me la sono cercata altre volte no, non credo che il mondo sia contro di me, ripeto, me le son cercate a volte… ora capisco cosa provano quelli che entrano in una fase distruttiva fisica e psicologica del mondo che gli sta intorno e poi spesso di loro stessi. Ho ancora però abbastanza autocontrollo da non cadere in questa spirale ma ogni giorno che passa la voglia di “svanire” di dare la libertà ai miei 21 grammi (anche se non ci credo) e raggiungere l’oblio…

Un commento su “A fondo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *