WordPress & PHP

Nasce in questi giorni su molti blog una discussione su quanto WP sia difficile da utilizzare… balle! Si balle, ieri sulla mailing list wp-hackers Matt chiede ai partecipanti idee su come evitare commenti come questo (in inglese), dove una tale Carol disquisisce di quanto PHP si deve conoscere per mettere mano a WordPress per ottenere ciò che si vuole, comparandolo alla semplicità di Blogger e MovableType. Il tutto supportato dal commento dell’autore del blog, che lo definisce un ottimo front end per database che manca di un linguaggio di template semplice, che costringe l’utente a conoscere PHP.

Per fortuna oggi leggo un piacevole articoletto dal titolo: WordPress is not PHP dove l’auto spiega chiaramente la struttura del sistema di template di WP , mostrando come non sia PHP ma usi PHP in un modo che non differisce nella sostanza dal codice Perl che utilizza MT per i suoi template, la differenza è che nessuno dice che se non si è esperti di Perl non si può farsi il proprio blog con MT, mentre ultimamente ciò accade per WP.

Bravura del marketing MT? Forse. Voci invidiose del successo di WP? Probabile. Io non sono un utonto (definizione di utente a bassa capacità informatica usatissimo sulla usenet italiana), se mi trovo di fronte una pagina di codice (in alcuni linguaggi) so metterci le mani, e posso dire che WP è molto più snello e facile al primo approccio di MT, il resto sono solo chiacchiere. In mailing list molti hanno proposto di utilizzare un linguaggio di template per i temi, cosa che trovo decisamente poco utile, che differenza fa dover imparare che per avere il testo dell’articolo si deve scrivere < ?php the_content() ?> rispetto ad una cosa del tipo *-the-content-* ? Nessuna solo che con la seconda modalità si direbbe non usi PHP ma un linguaggio di template, la cosa farebbe sentir meglio gli utonti? Forse, ma il vero utonto prende uno delle centinaia di temi disponibili ed usa quello e stop, chi mette mano al proprio template non è un utonto, capisce l’HTML ed il CSS (male magari ma lo capisce), ora imparare un linguaggio “speciale” per WP o l’uso dei tag PHP ben spiegati nella documentazione sul Wiki fa differenza? Io non credo.

Non dico che non vi sia spazio per migliorare, anzi, cose da fare ce ne sono molte, ed alcune le ho scritte nella mailing list come contributo alla discussione, come ogni progetto open-source il problema principale è la documentazione, farel, mantnerla, renderl usabile dall’utonto al professionista IT. Il mondo dei plugin ha bisogno di una standardizzazione nei formati delle documentazioni allegate, idem per i temi, ho lanciato una idea di una sorta di “certificazione” uha “WP approved logo” che accompagni quei plugin che rispondono a determinati prerequisiti (installazione, documentazione, standard utilizzati, localizzazione possibile etc etc). Il forum inglese (quello italiano è algli inizi) è da migliorare sull’usabilità e forse nell’organizzazione, spingere molto sul Wiki ecc. ecc.

La community di WP è ampia, io ed altri con il progetto WordPress Italy stiamo cercando di dare supporto agli utenti italiani nella loro lingua, così come altre realtà nazionali stanno facendo, certo è che l’idea di WP come prodotto di nicchia adatto solo ad esperti di PHP va stroncata sul nascere, proprio perché non vera.

4 commenti su “WordPress & PHP”

  1. Anche io uso WP pur senza conoscere il PHP. Conosco con decenza l’HTML e mi so districare nei fogli CSS, ma non trovo affatto complicato l’uso dei tag in WP, anzi!
    Ah, volevo dire che mi considero fieramente un utonto :-D non si finisce mai di imparare

  2. Be’ ci sono tante piattaforme di blogging, quelli che trovano difficile imparare ad usare WP possono tranquillamente usarne altre. Non sarà una gran perdita, dopotutto.

  3. hai ragione su tutto.
    come ti ho detto sul forum di prozone, io non sono esperto di PHP (quello che conosco è davvero basilare, per non dire volgarmente elementare), ma sin da quando uso wordpress … anzi, sin da quando usavo b2, non ho mai avuto bisogno di approfondire nessuna conoscenza tecnica per piegarlo ai miei voleri.
    lo stesso dicasi di quando usavo NewsPHP o ancora prima il glorioso NewsPRO.
    conoscere il linguaggio tecnico nel quale è scritto il motore che fa girare il blog non è mai obbligatorio, perchè, qualunque esso sia, la presenza di tag (siano essi scritti in qualsiasi modo) serve proprio all’ utente (o utonto) per poter creare un template agevolmente.
    Anzi, passando da NewsPRO prima e NewsPHP dopo all’ allora b2, rimasi sorpreso di come la guida spiegasse così bene ogni tag possibile, anche quelli allora obsoleti …
    Ciò che occorre è la volontà di imparare. E non intendo imparare il PHP, ma a cosa servono i vari tag. Ecco cosa serve: sapere come si utilizzano e non come si scrivono.

    Ho letto poi dell’ assurda, a mio modo di vedere, accusa al forum di supporto di WP. il forum di supporto di WP è sempre pieno di risorse, per qualunque utente lo bazzichi. e non dimentichiamo lo stesso supporto che, all’ interno del forum e fuori, fornisce lo stesso Matt …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *