Ora et Labora

I post su questo blog latitano, spesso mi vengono cose da dire, idee da esporre, ma siccome sono condite dal solito pessimo e sempre più in picchiata umore depresso, alla fine mi astengo per non tediare i pochi lettori che suppongo ne han piene le palle dei miei lamenti, però ogni tanto uno sfogo devo farlo.

Sto attraversando un periodo in cui il dolore, perché tale è, più forte è la mancanza di una compagna, non per sesso, anche se pure quello manca, quando per la condivisione della propria vita, mi mancano le piccole cose, banali, dal fare la spesa assieme al semplice coccolarsi od anche solo tenersi la mano guardando un film. Dal non vedere nessuno accanto quando ci si sveglia, al non dire e sentirsi dire buonanotte la sera… è una solitudine disperata, angosciante che oltretutto non vede via di sbocco.

Sono qua sperso fra le colline del basso monferrato, nessun lavoro nessuna prospettiva, una vita che passa ogni giorno inutile ed uguale, senza una lira, sempre alla disperata ricerca di un lavoro in zona milanese che mi permetta di rientrare al suolo natio. Grazie a mia madre continuo a mangiare due volte al giorno, ma di più non posso chiedere, quindi pure trovassi una fanciulla disposta a sopportare i miei umori e felice di essere corteggiata ed amata dal sottoscritto, non ho i mezzi per gestire questo corteggiamento.

Il bisogno di un lavoro è quindi non solo di sopravvivenza fisica, ma soprattutto psicologica, annunci, invio di curriculum proseguono costanti come costante è l’assoluta mancanza di feedback, quindi se qualche lettore avesse o sapesse di qualcuno che cerca un magazziniere, impiegato, informatico quello che è… oppure deve realizzare un piccolo sito, un blog aziendale o quant’altro si possa fare online, pensi a me… il mio è un bisogno disperato davvero… per potermi dire, stai facendo qualche cosa, non sei una perfetta inutile nullità che è la sensazione predominante di queste settimane estive… grazie.

10 commenti su “Ora et Labora”

  1. come ti capisco….. si nunzio anchio non sto meglio di te…..io di anni ne ho 44…. non ho una madre ed un padre ma una compagna che un lavoro cè lha.. e guadagna pochissimo 500 euro al mese…quindi o si mangia o si paga l affitto….io è da un anno che sono a casa…..e non si batte chiodo….mi sento veramente inutile….non ho piu nemmeno un po di dignita’ come persona…non dormo la notte pensando ad uno straccio di lavoro….mi sento tanto in colpa con lei e demoralizzato della vita…….vita?…se vogliamo chiamarla cosi…..questo è un sopravvivere…..e fino a quando non si sa…..fino che qualche giorno non decidero’ di togliermi di mezzo…..giro cerco….mi muovo…..le faremo sapere…chi ti promette e non mantiene…..devo chiedere i soldi per andare ad un colloquio alla mia compagna…..sono gia morto……si morto dentro…..e piu passa il tempo e piu non cambia nulla….

  2. caro amico mi presento 46 anni fatti il 13 maggio,da circa 2 anni non lavoro e mia moglie mi da da mangiare con i suoi 800 euro al mese paga l,affitto la luce,e tutte quelle bollete che tutti sappiamo,che dirti,anche io ho fatto mille file,parlato con persone che promettono ma poi nulla molto speso ti senti dire ma scusa lei quanti anni a e questo ti rompe le palle maledettamento,ma alla fine posso dirti una cosa, vai avanti e vedrai che qualcosa succedera,ma non mi parlare di ammazzarsi perche e meglio far morire bellusca e tutti quei maledetti che mangiano come dannati e se ne fregano di me e di te,e allora forza andiamo avanti ciaooooooo

  3. ciao sono un ragazzo di 20 anni. sono capitato sul tuo blog dopo aver navigato tra i circuiti virtuali della rete.. ed eccomi qui.
    Dato che le giornate ti passano senza molto senso e in modo angoscioso, solitario e disperato ascolta quanto ho da dire io. O meglio seguilo è un consiglio serio questo.
    Prendi 10 euro e vai in una libreria ben fornita e chiedi di farti avere il libro: il più grande venditore del mondo. … Leggilo tutto e poi da solo capirai.

    Infine per esser meno solo, trovare compagna perchè non ti metti nelel chatline? o per avere più amici e viaggiare il mondo senza muoverti da casa prova a scrivere lettere ed inviarle nei vari continenti… ci sono siti online per farsi amici di penna.

  4. E’ una disperazione immensa! Pensate voi quanto possa possa esserlo a 52 anni! Ti senti una merda ad andare a chiedere lavoro perché il tuo lo hai perso. Ti attacchi a tutti gli stronzi che promettono lavoro (“le faremo sapere” – “cerchiamo giovani”). Cerchi di inventare un lavoro ma non gira neanche quel cazzo di cervello che ti è rimasto. E poi: andare in pensione sempre più tardi! Va bene, può essere giusto. Ma dove cazzo lo vai a trovare un lavoro dopo i 40/50 anni!

  5. Un amica ha rilevato un’edicola ,a 47 anni e con due figlie, non potendo contare su altri!

    Se hai qualcosina di soldi da parte prova a inventare un lavoro o ad aprire una piccola attività!

    Forza e coraggio!!

  6. Ciao Steve, a poco a poco sto leggendo tutti i tuoi post. Spero veramente che tutto vada a buon fine Steve, lo spero davvero. Un piccolo consiglio… perchè non provi a creartelo tu stesso il lavoro, non mi sembra ti manchino idee, e manco capacità visto che col pc ci sai fare.
    Un abbraccio
    Vito

  7. Come ti capisco mio caro amico!
    Quante volte mi sono detto “40 anni buttati nel cesso” pensieri maligni, pensieri strazianti, pensieri inutili.
    Ogni sera prima di addormentarmi fantastico su mestieri inverosimili tipo: Medico, attore di successo e addirittura campione mondiale di qualche sport, poi penso alla stima della gente che mi sta vicino, alla rivincita, e alla vendetta.
    Si! perché quando si é “nullità“, viene rabbia e invidia verso il prossimo.
    Ho sentito parecchie volte dire la celeberrima frase “sei la causa dei tuoi peccati” o “ognuno ha quel che si merita”… Giusto! Io mi sono meritato questo, non sono stato capace di riprendermi la vita dopo il fallimento della Multinazionale in cui lavoravo da parecchi anni, e ora sono qui depresso e angosciato a navigare su internet alla ricerca di non so cosa, per poi sentirmi ancora peggio con sensi di colpa per aver buttato via tempo forse prezioso.
    Anni alla ricerca di un altro posto fisso, ma inesorabilmente gli annunci ti sbattono in faccia la mitica frase “max 30 anni” e ti scoraggi talmente che ti verrebbe voglia di scomparire immediatamente.
    Come ti capisco amico mio! non ti conosco e ti sento vicino, più di tanti famigliari che vogliono dire la sua.
    Perchè non fai questo, perchè non fai quello, senza considerare la poca energia vitale che riesce a malapena a tenerti in piedi. Odio le agenzie interinali che fanno patti con le Aziende per non assumerti perché servi a loro per farti girare come una trottola.
    Odio coloro che promettono un futuro pieno di gloria rifilandoti un aggeggio idiota da rifilare a chiunque non ti sbatta una porta in faccia, per poi dirti che forse non sei portato per gli affari.
    Odio chi ti fissa un colloquio di lavoro e replica la assoluta puntualità per poi trovarti in una squallida stanza con 30 persone in attesa prima di te.
    Quanto hai ragione quando scrivi che si fa fatica ad alzarsi al mattino e hai sempre voglia di dormire quando sai che le tue giornate sono piene di niente.
    Spero tanto che tu continui con il tuo diario, perché il giorno che non ti leggerò più vorrà dire che ti sei stufato anche di fare questo, oppure mi sarò stufato io, e allora la faccenda si complicherebbe ancora di più.
    Non so cosa mi tiene ancora vivo, forse la disperazione, forse la rabbia, o forse é solo un istinto animale.
    Fortunatamente non sono sposato e non ho figli, ma devo convincermi ancora che sono fortunato?
    Dai caro amico, continuamo a sperare…che forse qualcuno o qualcosa verrà in nostro aiuto, sempreché non ci consideri anche lui troppo sfigati per sprecare un miracolo.

  8. Ciao, se può consolarti io ho un lavoro a termine e tra poco più di un anno sarò disoccupato. Per quello che riguarda il mio futuro (anche se ho quasi 40 anni) non mi preoccupo, so che Dio non mi abbandonerà (se tu non credi o hai perso la fede faresti bene a ritrovarla, lui vuole solo che tu glielo chieda e metta la tua vita nelle sue mani). D’altro canto sto provando a sviluppare un sito (un motore di ricerca per artisti), magari potresti darmi una mano a cercare adesioni. Non è, ovviamente, il lavoro che cerchi ma sono convinto che in una città come Milano sarebbe una passeggiata.
    P.s. ho trovato il tuo sito per caso… adesso è tra i preferiti. Un abbraccio

  9. ci sono, ti sono vicino,.,.,.se ti può consolare…ti leggo spesso, sempre anche se poco commento.,.,pigrizia, ma ci sono.,.,ok?
    Un ABBRACCIO un tuo lettore di sempre…stefano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *