Siamo seri

Un governo serio, un programma serio, noi siamo seri, la serietà innanzitutto… ed ecco un bel mercato delle vacche, iniziato con le votazione del Bertinotti, che se no lui il governo non lo appoggiava, passando per il prode Marini, dove i “franceschi” tiratori segnalavano che le trattative non andavano come dovevano.

L’omino coi baffi (il Dalema) ha fatto parecchi passi indietro, e ha ingoiato un paio di rospi, ma si sa, lui è un tipo cinese, sta già seduto sulla riva del fiume… prima o poi qualche cadavere lo vede passare.

Han fatto ministri a raffica perchè un governo serio e nel quale disse il prode Prodi, decide lui, han dovuto trovare spazi eper tutti, ma la definiranno una necessita di giusta rappresentazione democratica, si è fatto gran parlare di ministeri della difesa, giustizi etc, pochissimo si è parlato di quello dell’economia.

Cosa decisamente strana visto che sino a poco dopo le elezioni si diceva che il paese è alla frutta, che l’economia e da 15esmo mondo etc etc… solo che li, non ci voleva andare nessuno è toccato darlo ad un indipendente il Padoa Schioppa, cosi se dovrà essere brutto sporco e cattivo lo sarà indipendentemente e nessun partito della coalizione avrà colpe.

L’attenzione della sinistra alle donne è andata a puttane, che strano, e tant’è.

Mo che si son spartiti poltrone poltroncine, strapuntini e sposti in piedi iniziano i cazzi amari, dal DPF in avanti… mangerà la colomba a palazzo Chigi il prode Prodi o qualche baffetto gli segherà le gambe come già avvenne, d’altra parte han fatto il governo nello stesso giorno e nella stessa ora di quello precedente di Prodi di qualche anno fa, non è che gli porterà sfiga?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *