Ora si ride

Ma non c’era un paese che era “stufo”? Le percentuali non danno sto grande distacco anche se anche i soli exit poll ci dicono che il centrodestra ha perso, però a sentire la sinistra mi sarei aspettato una vittoria trionfale che ne so un bel 10% di stacco minimo…

Ovviamente ora tutti raccontarsi che un 0,5% in più è una vittoria, distinguo etc etc… insomma la solita solfa.

Ora sto alla finestra, aspetto la prima finanziaria… e intanto accetto scommesse sulla durata del governo di Prodi, mangerà il panettone del 2007? Io dico di no.

9 commenti su “Ora si ride”

  1. Ho parlato ddi cdecine di organizzazioni culturali di destra? NO ho detto, che, in questo caso facendo un buon lavoro, ne esistono centinaia di sinistra e questo ha aiutato la diffusione della loro cultura.

    Sull’egemonia televisiva/pubblicitaria, manco rispondo, visto che viene smentita regolarmente dai fatti, la satira è a senso unico, RAI3 mi pare ben schierata etc etc.. che la pubblicità sia dia destra… oddio… Su su.. cresciamo e vediamo di evitare le solite trite e ritrite affermazioni.

    Ho detto che vedo preconcetti solo a sinistra? Non rigirare le mia parole a piacere per favore. Se no qui chi disattiva il senso critico saresti tu.. dai… Poi ecco vedi.. l’esempio lo fai tu stesso, le idee procveninti dal centro destra sono sciocchezze, si liquidano con le battutine… finiamola qua è meglio…

  2. Beh!…come contestare le tue affermazioni? :-)
    La Destra mandiale e specificatamente quella italiana e’ giustamente famosa per la sua tolleranza e apertura nei confronti delle altre culture. Mi pare un dato incontestabile…(!!!)

    Le decine, invece, di organizzazioni di destra (adesso non mi ricordo quali sono, ne’ cosa fanno mai di meritorio ma mi verra’ in mente ……) lavorano silenziosie, compatte….quasi sembrano che non esistano :-DD
    Che visibilita’ possono avere, poverine? Avessero l’appoggio del 90 per 100 delle televisioni e del 95 per 100 del mercato della pubblicita’ televisiva allora potrebbero dire qualcosa ma visto che le cose stanno in maniera diversa…:-)

    Infine, anche qua’ hai ragione, MAI visti preconcetti della destra nei confronti della sinistra. Sempre rispettosi ed eleganti….

    STEFANO…..dimmi che stavi scherzando, dai!!!!…..Hai disattivato il cervello, il senso critico?

  3. Preconcetti? DIrei proprio di no!. Semplice constatazione dell’atteggiamento di superiorità della sinistra che considera la propria cultura la sola valida, giusta e corretta, di detenere il “verbo”.

    La cultura di destra per anni è sempre stata etichettata solo come cultura fascista e quindi non degna di considerazione, ciò unito ad una indubbia capacità della sinistra di organizzare e promuovere le proprie idee, tramite decine di organizzazioni diverse, ha portato a far si che tale cultura avesse maggiore visibilità ed attirasse quindi sempre più gente attorno a se.

    I preconcetti li vedo a sinistra nei confronti della destra, considerandosi appunto superiori e quindi ritenendo l’avversario poco degno di rispetto e di considerazione. Tutto qua.

  4. Io, ovviamente, non posso e non voglio riferirmi al tuo voto. Ne’ io ritengo che chiunque voti a destra sia necessariamente uno stupido per principio. Io mi riferico alla scelta nella sua genericita’.
    Ti sei mai chiesto come mai quando la percentuale dei votanti e’ bassa e sempre la sinistra a vincere?
    Perche’ chi sta a sinistra e’ sempre piu’ motivato, informato, con una coscienza civile.
    Negalo, se vuoi, ma io sono piu’ che mai convinto che gran parte della parte migliore di questo Paese stia a sinistra.
    Fatti un giro nei centri dove si fa volontariato e poi dimmi quanti sono le persone “di destra”…
    Io l’ho fatto. In una regione, la Sicilia, non certo di sinistra
    La destra, gran parte del centro, (la Lega neanche la considero…. ) QUALE CULTURA HANNO MAI ESPRESSO? Quali valori, positivi, di crescita, di sviluppo hanno mai creato??
    La vita intellettuale, culturale, artistica, di questo Paese,e non solo, e’ sempre stata appannaggio della gente di sinistra. Sinistra dei valori, sinistra ideologica.
    Mi spiace che la cosa ti dia fastidio. Non capisco perche’ lo faccia.
    …Preconcetti?…

    Saluti

  5. Beh caro Zuppa io non i rassegno e quando danno al mio voto ed ai voti di destra la valenza di qualunquista, opportunista e ignorante, rispondo, se vogliono cantarsela e suonarsela fra di loro bene, ma non lo dicano a me! o rispetto a qualsiasi voto, destra o sinistra estrema o meno che sia, finchè rimane nel campo del vivere civile (gli spaccavetrine e co, di qualsiasi lato siano meritano solo un po’ di lavori forzati), e pretendo la medesima cosa dall’altra parte, se poi a casa loro prima di dormire pensano, ma guarda quello che pirla, problemi loro, non miei, dimostrano solo che lo sbandierato impegno e cultura si infrang nelle misere e stupide qualunquistiche definizioni.

  6. stefano.. storicamene un voto di destra e’ un voto qualunquista e uno a sinistra e’ un voto impegnato, lo e’ da dopo il 68,da dopo la rivoluzione culturale. Cosi’ come e’ meno nobile un voto borghese rispetto a un voto proletario o sociale. Ci sono biblioteche di cultura di sinistra contro comodini di cultura di destra. Altro fatto, purtroppo, e’ che il voto della lega e’ un voto “ignorante” non c’e’ nulla da fare, il milanese lavora e il napoletano va a spasso, il veneto beve e il siciliano e’ mafioso.
    Per chi non ci conosce tu sei un imbecille e io un coglione.
    Per chi ci conosce , io sono Luigi e tu sei Stefano. Questa e’ la differenza che conta. Le altre, fra un mese, se le sono dimenticate sta tranquillo. Un abbraccio, col massimo rispetto.

  7. Ecco, lo sapevo, e vedo che anche su latri blog passa questo pensiero, chi ha votato per il centrodestra lo ha fatto cos’, in maniera poco “nobile”, un voto quindi non nobile come quello dato al centrosinistra.

    Poi ovviamente B e co. non meritano rispetto.. e quindi nemmeno i loro elettori.

    Questa è davvero una cosa che mi ha sempre infastidito della sinistra, la loro presupposta superiorità, la certezza di essere i “buoni”, di essere solo loro dalla parte giusta, e di sapere solo loro la verità…

    Io non considero imbecilli chi ha votato per Bertinotti, o Prodi o altri, loro in fondo però, sapessero che ho votato Lega, lo penserebbero, visto che automaticamente diventi un Borghezio o un Calderoli, mentre magari uno si riconosce più in Castelli e Maroni, mentre io chi mi dice voto Bertinoti non lo assimilo totalmente a un Caruso, se le sue idee sono quelle di Bertinotti, chissà perchè….

  8. Una vittoria del 10% non era ipotizzabile. Non credo si sia mai realizzata nella storia delle democrazie moderne.

    Ma che il centrodestra abbia perso non ci sono dubbi. Se fossero state vere anche solo il 50% delle mirabilie raccontate da Silvietto durante i suoi show, la CDL avrebbe dovuto stravincere.

    Il fatto e’ che gli italiani non gli hanno creduto. Chi ha votato per lui lo ho fatto per abitudine, per timore, per convenienza personale o per avere piu’ tette e culi in TV.

    Non e’ mia abitudine esprimermi cosi’ nei confronti degli avversari politici, ma Silvietto e il suo circo Barnum non meritano rispetto.

    P.S. metti un ACCA qua: “…ci dicono che il centrodestra ha perso…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *