Presa per la.. pizza

Ieri su Macchianera appare questo post sull’operazione Pizza e Birra a Sette Euro e sono parole sacrosante, ho approfondito girovagando per Internet, sul sito ufficiale si legge:

La pizza a un prezzo pazzo non è una pazzia. I pizzaioli, raccogliendo una proposta lanciata dal presidente di Fipe e Confcommercio, Sergio Billè, hanno deciso di offrire ai loro clienti la possibilità, fino alla fine dell’anno, di passare una serata piacevole fuori casa a costi contenuti.

Ora definire 14.000 lire del vecchio conio un prezzo così pazzo mi pare giusto un pochino esagerato, aderiscono un numero ridicolo di pizzerie, e poi si scopre che danno cose ridicole, tipo che guai a pretendere una prosciutto e funghi.. chissà che supplemento ti chiederanno, non si capisce se poi ci attaccheranno coperto e servizio, che la bibita te la danno nella lattina da 20cc, quella che di solito si trova solo nelle macchinette. Beh certo darti la lattina da 33cl sarebbe stato un dissanguamento.

A me Billè è sempre stato sulle palle, quando poi si “vanta” di queste prese per il culo mi sta doppiamente sulle palle, se l’italiano fosse un popolo di persone intelligenti, si farebbero la pizza in casa per i prossimi 6 mesi e quando poi Billè e co. inizieranno a piagnucolare gli si dovrebbe ridere in faccia!

P.S. Il sito “ufficiale” almeno con FireFox si vede alla cavolo, la grafica fa schifo e l’autore ha pure avuto il coraggio di metterci il nome… vabbè si capisce si stanno svenando per darci la pizza e la bibita al prezzo giusto mica potevano investire troppo sul sito, ci sarebbe voluto un finanziamento di qualche centinaio di migliaia di euro da parte dello stato no!

Un commento su “Presa per la.. pizza”

  1. pizza margherita + birra piccola + caffè costano già 7.5 euro…
    ma chi prendono in giro?

    ho proprio qui il listino della mia pizzeria preferita (sono un pizza maniaco):

    pizza margherita 4 euro
    birra piccola 2 euro
    caffè 1.5 euro

    ci sono posti dove si paga anche di meno.

    che pagliacci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *